Le Donne in Viaggio

Aggiornamento: 21 nov 2021

Negli ultimi anni il fenomeno dei viaggi per sole donne è cresciuto in modo esponenziale. Sono molti i tour operator che hanno deciso di inserire tra le loro proposte dei viaggi dedicati a sole donne.

Sicuramente questa è la risposta ad un desiderio di condividere un’esperienza diversa dai classici viaggi di gruppo misti.

Molte sono le motivazioni che possono spingere delle "perfette” sconosciute a viaggiare insieme; il bisogno continuo di cambiamento è una prerogativa della donna, come la ricerca continua di esperienze che aiutino ad affrontare la vita con più coraggio e determinazione.

Questi viaggi sono studiati per donne che desiderano riprendersi il proprio tempo unendo e condividendo passioni; amplificano la propria fierezza la consapevolezza della propria forza, dignità e personalità.



Dolomiti "Laghi di san Giuliano"


Possono inoltre essere un aiuto per lavorare su un progetto personale, trovando ispirazione dai luoghi visitati e dal confronto con altre donne, in modo che il viaggio non sia solo fisico ma anche un percorso interiore.

Viaggiare con un piccolo gruppo di donne, spesso di età differenti, può avvicinare mondi, creare affinità, condividendo spazi e pensieri comuni in piena libertà e non vogliono escludere il mondo maschile, ma solamente esaltare le identità femminili.

Ci si può confrontare raggiungendo un’intimità il più delle volte inaspettata, fatta di risate e di leggerezza che aiutano ad affrontare anche gli imprevisti più assurdi che spesso avvengono in viaggio così da saperli affrontare con grande ironia.


Il tutto può partire dalla destinazione scelta oppure dalla tipologia del viaggio in modo che la stessa converga donne con caratteristiche caratteriali affini. Si possiede un numero sconsiderato di amiche in giro per l’Italia, solo che ancora non si sono incontrate!

Se un viaggio on the road in Scozia richiama donne avventura che amano paesaggi sconfinati, scogliere imponenti e sono pronte a rinunciare ad alcune comodità, un viaggio ai Caraibi potrebbe racchiudere quella voglia di sole e mare percependo (condividendo?) il calore delle persone che ci vivono.



Campo Imperatore, Abruzzo


Le donne possiedono capacità straordinarie, sono attente, dotate di una solidarietà sorprendente e di un’empatia altrettanto incredibile, doti che si amplificano ulteriormente in viaggio.

Quindi si potrà essere la più lenta del gruppo mentre si affronta una salita impervia in montagna, ma la debolezza non sarà percepita come un limite; non si camminerà mai da sole!


I viaggi dedicati a sole donne concretizzano il concetto di libertà; libertà di osare, di abbattere barriere e cliché, di andare oltre le proprie aspettative.

Ecco che allora, senza crederci, ci si può ritrovare ad indossare un vestito leggero a 1200 metri di altezza, proprio accanto ad una splendida rocca al crepuscolo, con il vento che muove i capelli mentre l’obiettivo di una fotografa sarà intento a coglierne l’unicità.

Può accadere di riunirsi a chiacchierare in un van, cantare spensierate come se ci si conoscesse da anni.



Canyon dello Scoppaturo, Abruzzo


Una location improbabile, come un Canyon nel centro d’Italia, in una sera di Ottobre, può trasformarsi in una cornice perfetta per dei passi di danza classica.

Dormire in una camerata di sole donne potrebbe trasportare chiunque indietro nel tempo a rispolverare ricordi e ravvivare immagini sfocate di un passato felice.

L’assenza di competizione tra donne in viaggio rivela unicamente la parte più spontanea e vera, al centro della figura di ogni donna e, valorizza i talenti e doti nascoste che costituiscono l’essenzialità femminile, eliminando il superfluo.

E così la semplicità emerge.


Qualcuno si starà domandando:

Ma cosa rimane dopo un’esperienza simile?


Restano i desideri, le aspirazioni, le ispirazioni, la sensibilità, la solidarietà ma anche gli splendidi paesaggi che ispirano e che emozionano.

Restano le foto a testimoniare la propria autenticità e la propria bellezza.

Resta la parola, il sorriso, resta l’amicizia e la voglia di rivedersi.

Resta la voglia di tornare a viaggiare insieme.


Articolo in collaborazione con la rivista http://www.slowhomeslowliving.com/


Foto Credits di Alice Lanciai

@in_the_middle_of_wonderland_ph

Isola di Iona, Scozia

174 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti