I luoghi di Janis Joplin 3

(Brasile, Arembepe 1970)


Eravamo a San Francisco ricordate?



Brasile Arembepe

Per Janis è stata la città dell’evoluzione, del successo, della fama ma anche della sua perdizione.



San Francisco

1969, l’anno di Woodstoock.


Janis durante il concerto del secolo aveva incantato il suo pubblico ma non era riuscita a sconfiggere i suoi demoni. La droga era una compagna costante oramai.

Questo la portò a fuggire più volte da San Francisco, cercando di disintossicarsi, alternando periodi a Porth Arthur, sua città natale.


Nel Febbraio del 1970 partì per il Brasile e si rifugiò per alcuni mesi ad Arenbepe, un luogo decisamente particolare, ancora oggi una vera mecca per le comunità hippie.

Aredempe è un piccolo villaggio a due ore da Salvador de Bahia, a ridosso dell’oceano,


Per raggiungerla, si attraversa, unicamente a piedi, un piccolo villaggio di pescatori percorrendo una strada sterrata di terra rossa. L’impatto visivo, appena la si raggiunge, è stupefacente.

Arembepe, Brasile

Chilometri di spiaggia bianca contornata da palme e l’oceano che si infrange sulla sabbia, libero ed imponente. In questo paradiso terrestre non esiste la modernità.


I pochi abitanti vivono di sorrisi, natura, poesia, musica e artigianato da vendere ai viaggiatori che si spingono fino a questo angolo di sogno.


Una vera comunità hippie ferma agli anni 70’ formata da piccole case di paglia, di legno e alcune di mattoni e una casa comune nel centro del villaggio.


La comunità conta circa 80 persone e accoglie il visitatore con un grande sorriso.

Non solo Janis fu ammaliata da questo luogo magico ma, anche Mick Jagger e Roman Polanski.


Insomma se volete vivere un’esperienza unica recatevi ad Arembepe, e se avete tempo fermatevi qualche giorno, gli abitanti saranno felici di ospitarvi nelle loro casette ad un prezzo simbolico.


Un viaggio unico dove potrete conoscere giramondo e la vita lenta degli abitanti.

33 visualizzazioni1 commento

Post recenti

Mostra tutti